The Blues Brothers: da flop a mito

Scritto da il 28 Maggio 2020

Era il 1980 quando John Landis spese 30 milioni di dollari per realizzare “The Blues Brothers”.

Quello che non tutti sanno è che fu un completo flop iniziale!

Eh, sì: al botteghino non fece il botto; soltanto con il tempo sarebbe diventato il cult assoluto, amato da generazioni di appassionati.

La storia è nota: Jake ed Elwood Blues , fratelli cresciuti in un orfanotrofio cattolico di Chicago, rimettono insieme la loro vecchia band.

Lo fanno per reperire un concerto il denaro necessario a salvare l’orfanotrofio, prossimo alla chiusura per mancanza di fondi.

Da lì, tutta una serie di peripezie li porterà a vivere mirabolanti quanto improbabili avventure tra mostri sacri della musica come Ray Charles, Aretha Franklyn, Cab Calloway e un indimenticabile James Brown nei panni dello stravagante reverendo Cleophus James.

La colonna sonora del film è stata dichiarata dalla BBC come “La più bella della storia del cinema”.

Piccolo, ma significativo anche il ruolo di Carrie Fisher nei panni dell’ex fidanzata di Jake, impegnata a cercare di ucciderlo per tutta la durata della pellicola… Con i suoi buoni motivi.


Opinione dei lettori

Commenta


Traccia corrente

Titolo

Artista

Background