Edward Mani di Forbice: la nascita di un sodalizio

Scritto da il 16 Giugno 2020

Edward mani di forbice segna di sicuro la nascita di un sodalizio tra i più prolifici della storia del cinema: quello tra Tim Burton e il suo attore feticcio Johnny Depp.

Johnny non fu neanche provinato.

Burton vide solo delle foto dell’attore. Perché? Proprio perché il personaggio di Edward doveva essere capace di comunicare anche solo con gli occhi.

E a giudicare dal successo del film, ci è perfettamente riuscito.

Depp si calò talmente tanto nella parte che si procurò accidentalmente dei tagli al viso nel tentativo di maneggiare le forbici che gli erano state consegnate in anticipo dalla produzione per “fare pratica” prima dell’inizio delle riprese. alcune delle cicatrici che vediamo sul suo volto sono reali!

Winona Ryder, invece, non riusciva proprio a entrare nella parte.

Già, perché il personaggio di Kim contrastava totalmente sia con la sua personalità, sia con i personaggi che sarebbe andata a interpretare in seguito. Però, alla fine, ci è piaciuta, no?

Il più entusiasta di tutti, invece, per il ruolo interpretato fu sicuramente Vincent Price, il “papà” di Edward: definì la sua partecipazione al film come la cosa più bella che gli fosse mai capitata, meglio ancora di una stella sulla Hollywood Boulevard.

Sicuramente è uno di quei film che una volta visti rimane nel cuore.


Leggi

Articolo seguente

Tanti auguri, Sir Paul!


Icona
Post precedente

QUI… PRENDE!


Icona
Traccia corrente

Titolo

Artista

Background